Le origini illuministe del Razzismo e della schiavitù americana

 

RAZZISMO ILLUMINATO E IDEOLOGIE DARWINIANE

 

Con la definizione di “ideologie darwiniane” si intendono quelle dottrine d’estrazione materialista – marxismo, liberismo, nazismo e, soprattutto, razzismo che, maturate all’interno del pensiero illuminista di fine ottocento,  hanno trovato nell’evoluzionismo di Darwin una sponda scientifica e, per quanto concerne la schiavitù, la segregazione razziale e il neocolonialismo, una giustificazione morale.

Concetti cardine dell’impianto darwiniano come “selezione naturale”, sopravvivenza del più adatto” e il termine di “razza favorita” furono accolti con grande entusiasmo tanto dai teorici del razzismo biologico, quanto dai sostenitori del libero mercato, della lotta di classe e della supremazia della razza ariana.

In particolare esiste uno stretto rapporto tra le teorie evoluzioniste ed il razzismo che, già presente nella cultura europea sottoforma d’antiebraismo, ha trovato in Darwin un eccezionale, quanto involontario, alleato.

Come rileva G. Mosse nel suo libro “il razzismo in Europa: dalle origini all’olocausto”, i pensatori illuministi, basandosi proprio sulle teorie di Darwin, avevano concepito una nuova forma di razzismo, il razzismo scientifico.

L’antropologo inglese Edward Tyson individua nei neri (più precisamente nei pigmei) “l’anello mancante” tra la scimmia antropomorfa e l’uomo, collocando i neri al livello più basso dell’ipotetica scala evolutiva, mentre Arthur De Gobineau, teorico francese vissuto nella metà del diciannovesimo secolo e autore del Saggio sulla disuguaglianza delle razze umane, interpreta la storia umana affermando che la purezza della razza determina la capacità di sopravvivenza e di dominio sulle popolazioni inferiori. Concetto poi ripreso dall’ideologo del nazismo Rosemberg.

Altri pensatori illuministi Diderot, D’Alembert e Voltaire avevano rifiutato l’idea che bianchi e neri discendessero da un medesimo progenitore.

Lo stesso Voltaire, padre dell’illuminismo e della democrazia, trovava normale investire i proventi della vendita dei suoi libri nelle compagnie dedite alla tratta dei negri. A conferma di come i principi di libertà, fratellanza ed uguaglianza proclamati dai filosofi illuministi e sanciti nel sangue della Rivoluzione francese riguardassero solo la razza bianca.

Fu grazie alle teorie evoluzioniste che in occidente si sviluppa una nuova variante del razzismo, quello scientifico, che ha portato alla segregazione razziale e alla deportazione in America di 14milioni di neri per essere utilizzati come schiavi, beffardamente salutati al loro ingresso dalla statua della Libertà.

La schiavitù, mi si può obiettare, è sempre esistita. E’ vero, ma a differenza di quella dei secoli passati che riguardava i prigionieri di guerra o i debitori (che tuttavia potevano riacquistare la libertà, una volta saldato il debito o finita la guerra) la schiavitù moderna, di estrazione illuminista, considera i neri alla stregua di animali domestici, privi di qualsiasi umano diritto e, di conseguenza, destinati a servire l’uomo bianco.

Il razzismo se in America si manifestò con la schiavitù e la segregazione razziale, in Europa ebbe la sua espressione più violenta nella dottrina e nella politica del nazismo, dove l’antiebraismo fu uno dei punti centrali del programma hitleriano basato sulla purezza della razza ariana.

La teoria di Darwin della selezione naturale, sostenendo la prevaricazione della razza più forte rispetto alla razza più debole e giustificandola come necessità naturale, aveva dato inoltre origine al "darwinismo sociale", che permise ai borghesi conservatori di ieri e ai sostenitori del libero mercato di oggi di affermare che le disuguaglianze sociali sono inevitabili necessità naturali.

In definitiva sia Hitler con la superiorità ariana, sia gli americani con la schiavitù e la segregazione razziale non hanno inventato nulla, hanno solo portato alle estreme conseguenze le teorie razziste già presenti in occidente e che nell’evoluzionismo di Darwin hanno trovato nuova linfa, un formidabile sostegno scientifico ed una insperata giustificazione morale.

L’evoluzionismo di Darwin pur essendo una teoria palesemente errata viene mantenuto artificialmente in vita per supportare l’unica ideologia illuminista sopravvissuta, quella capitalista, e per contestare a Dio l’origine dell’uomo. Salvo poi disconoscerne gli effetti.

  

Gianfredo Ruggiero

 

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Politica e attualità. Contrassegna il permalink.

2 risposte a Le origini illuministe del Razzismo e della schiavitù americana

  1. matcerrato ha detto:

    Molto interessante.Farei attenzione a condannare darwin e a, come dire, riabilitare parzialmente figure come quella hitleriana, visto che nella teoria scientifica di Darwin non vi è alcun riferimento al razzismo. Non credo che nessun dittatore abbia mai giustificato lo sterminio ebreo con teorie scientifiche darwiniane. Sicuramente Hitler avrà fatto riferimento ad alcuni "studiosi" teorizzatori della razza ariana, ma non bisogna criticare Darwin per aver tentato di dare risposta ad un grande quesito dell\’umanità.Inoltre, stiamo tralasciando il fatto che la genetica e gli studi fatti su di essa (mutazioni casuali causa di evoluzioni, eccetera) sono perfettamente compatibili con la teoria darwiniana.Buona giornata e grazie per l\’articolo

  2. Fabio ha detto:

    …ma caro Sig. Ruggiero, te la sei letta qualche pagina di storia?
    I poveri africani ridotti in schiavitù non l’hanno mai vista la statua della libertà! La guerra di secessione è finita nel 1865 e la statua fu finita vent’anni dopo.
    La storia del mondo è piena di “cattivo uso” di pensiero filosofico o scientifico. L’umanità nel suo lato nero è stata capace di tutto. È come dire che è colpa del povero Gesù e di quello che diceva se hanno bruciato qualche migliaio di eretici o “streghe”. O il genocidio delle popolazioni indie in nome della croce. Oppure che l’elettricità è da abolire perché ci collegano qualche sedia…
    Forse dovresti rivedere “la palese erroneità” del darwinismo…o forse non vuoi proprio.
    È certamente più comodo avere un’ Ente che pensa a tutto!
    Ciao Caro e datti al canto dei salmi in chiesa che ti riuscirà certamente meglio, e ti appagherà molto di più.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...