A destra per il suicidio

 

  

AVANTI CON IL NUCLEARE,

ma con le scorie come la mettiamo?

di Gianfredo Ruggiero

   

 

Dall’incidente di Cernobil sono passati 21 anni; la tecnologia in campo nucleare ha fatto notevoli progressi (si parla di quarta generazione di reattori, che saranno sicuramente più sicuri e affidabili di quelli attuali), ma  nessun passo avanti è stato fatto per risolvere il problema del trasporto e dello stoccaggio del materiale radioattivo. Alla domanda  "come si pensa di affrontare la questione?" La risposta stizzita degli “esperti” pro-nucleare è sempre la stessa: ci penseremo!

E’ da quando è stato attivato il primo reattore, dagli anni cinquanta, che ci stanno pensando, ma il problema è ancora lontano dall’essere risolto.

Il nuovo governo, sull’onda emotiva dei rincari petroliferi e dietro pressione della lobby nucleare, parla di costruire nuove centrali.  Le vecchie, che dovevano essere demolite e i rifiuti radioattivi messi in sicurezza, sono ancora lì in balia di sé stesse, in tutta la loro pericolosità. Vere e proprie bombe ecologiche.

Dopo 20 anni e qualche figuraccia come quella di Scanzano Jonico dove il governo Berlusconi (ancora lui) è stato costretto a furor di popolo a fare dietro front, non è stato ancora trovato un sito dove stoccare i rifiuti radioattivi. Scorie che, come sanno anche i sassi (ma evidentemente non i nostri politici), rimangono letali per migliaia d’anni.

Un altro aspetto su cui si tenta di sorvolare è quello della fonte.. L’uranio non solo è in pochissime mani (si passerebbe dalla dipendenza da petrolio a quella da uranio), ma è oltretutto scarso e, se fosse pienamente utilizzato dai quei paesi che dispongono di un gran numero di centrali, si esaurirebbe nel giro di pochissimi anni.

La soluzione, per un Paese come il nostro ricco di fonti energetiche naturali ed inesauribili, c’è ed è a portata di mano. Basta seguire l’esempio della Spagna che produce già il 25% del suo fabbisogno energetico tramite fonti alternative ed ha in programma la costruzione di 20 centrali ad energia solare che raddoppieranno la produzione pulita d’elettricità; l’Austria produce già ora il 60% del fabbisogno nazionale da fonti rinnovabili; la Germania e la Svezia si accingono a ridimensionare pesantemente il loro programma nucleare a favore dell’energia pulita.

"Il sole – ricordano in una petizione oltre 600 docenti e ricercatori italiani è una stazione di servizio inesauribile che in un anno invia sulla Terra una quantità di energia pari a diecimila volte il consumo mondiale".

L’Italia, il paese del sole, potrebbe, attraverso grandi centrali termodinamiche e la diffusione dei pannelli fotovoltaici sui tetti delle case e dei capannoni industriali, raggiungere in poco tempo, senza alcun pericolo e a costi contenuti la piena autosufficienza energetica. Senza contare le altre fonti pulite e rinnovabili di cui il nostro Paese è ricco. L’unico dubbio: ci sarà da speculare?

 

 Gianfredo Ruggiero, presidente Excalibur

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Ambiente. Contrassegna il permalink.

25 risposte a A destra per il suicidio

  1. Gianfredo ha detto:

    Ma, come? A Napoli, no? (sob!)
    B.S.
    —————————————————————————————-
    A Napoli ci porteranno le scorie…con Bossi ministro possiamo aspettarcelo.
    Saluti.
    Excalibur
     

  2. Gianfredo ha detto:

    Appena pubblicato qui
    http://www.azioneetradizione.it/editoriale_news.asp?id=339
     
    Forza e Coraggio
    Gianvito Armenise

  3. Gianfredo ha detto:

    Sempre particolarmente incisivo.I miei complimentiSalvatore

  4. Gianfredo ha detto:

    Ciao,sono pienamente con voi!Siccome io in qualche modo collaboro con la Regione Lombardia, proprio ieri ero con un dirigente a a cui è stata affidata una responsabilità importante per la storia dello smaltimento delle nostre scorie nucleari.In pratica è proprio anche dalla Regione L. che dovranno uscire delle proposte.Martedì infatti lo stesso Formigoni ha annunciato (in una riunione interna ma ufficiale) che lui è subito disponibile per mettere a disposizione i 5 siti già a suo tempo individuati in Lombardia…!Il buffo è questo: l\’Italia, pur non avendo mai praticamente utilizzato il nucleare, si trova ad essere il primo paese al mondo (il primo!) come quantitativo di scorie! Questo perchè noi abbiamo non solo le reali e piccole scorie residuali (penso siano circa un paio di m3), ma tutte quelle derivate dallo "smantellamento" del radiatore e di tutte le strutture edilizie connesse alla centrale.Le altre centrali invece sparse per il mondo, a tutt\’oggi essendo ancora in "ciclo produttivo" possono tenersi in loco le scorie, in depositi definiti "temporanei". Le centrali che dopo 30/32 anni hanno più scorie, ne hanno "solamente" circa 30m3,Ma fra 5/10 anni queste centrali finiranno il loro ciclo produttivo e dovranno essere o smantellate o ricondizionate completmente. Cosa faranno quindi??? Es. la Francia con le quasi 50 centrali, come farà a risolvere il problema se noi con solo due siamo in ballo da così tanti anni???Tieni conto anche dell\’immensa spesa che fino ad ora è comportato custodire in "depositi provvisori" in Italia ed all\’Estero (ma che adesso ci hanno rispedito indietro!), e di cui nessuno ne parla mai.Io penso che se per una valutazione di fattibilità nucleare, si introdicesse VERAMENTE il concetto di LCA (Live Cycle Assestment), NESSUNA centrale potrebbe essere giustificta.In ultimo: il governo ha dato l\’approvazione affinchè al comune che accetterà lo stoccaggio, siano soddisfatte TUTTE (di qualsiasi tipo!) le eventuali richieste che avanzerà!!! Non so se mi spiego quale forte impulso e volontà stà dietro tutto…——————————————————————–
    Carissimo Paolo,ti ringrazio per il tuo contributo, sappiamo benissimo che dietro a queste scelte vi sono interessi inconfessabili o una profonda ignoranza….o forse tutte e due.Grazie e cordialissimi saluti.Gianfredo
     

  5. Gianfredo ha detto:

    ma siete rimasti all\’età della pietra…
    ————————————————————————
    Mi spieghi, mio caro amico, perchè pretendere energia pulita e a basso costo, cosa fattibile, dovrebbe significare un ritorno alle caverne?Saluti.Gianfredo

  6. Gianfredo ha detto:

    Caro Direttore
    Sante parole x l’ennesima volta, a parte gli sprechi in generale tipici del Ns paese, quando vedo altri stati cosi’ all’avanguardia non provo invidia…MA TRISTEZZA ASSOLUTA x il mio di Paese che non riconosco +…Forse sarei dovuta nascere sulla Luna…sono secoli che come una stupida dico queste cose ai miei amici, a conoscenti, tutti mi vedono come una visionaria, ma so’ che non e’ cosi’, difatti come si puo’ ben notare altre Nazioni + lungimiranti si sono portate avanti, non e’ solo una questione ecologica, e’ soprattutto una questione ECONOMICA: s’immagina la NON DIPENDENZA da Nazioni che dominano a livello petrolifero?
    Io spero davvero che in un futuro prossimo si possa arrivare ad una coscienza profonda del mondo..o x lo meno da parte del Governo Italiano..
    Scusi se mi permetto, visto che siete sulle mie stesse onde, Vi occupate anke di situazioni animaliste particolari?
    Un saluto e ancora complimenti
    Rachele
    ————————————–
    Proviamo anche noi la stessa sensazione, facciamo sempre più fatica a riconoscerci in questa società votata al suicidio.
    Teniamo duro e facciamo sentire alta e chiara la nostra voce.
    Ti allego alcuni volantini che testimoniano il nostro impegno per la difesa del mondo animale.
    Grazie e cordiali saluti.
    Gianfredo

  7. Gianfredo ha detto:

    Quindi secondo Lei alle spalle della scelta pro-nucleare ci sono interessi di lobbies? E\’ per questo che nesssuno parla mai dell\’energia solare?
    Cordiali saluti.
    ———————————————-

    A mio avviso è mix di interessi inconfessabili, profonda ignoranza e il luogo comune secondo cui chi è contro il nucleare è contro il progresso.
    NOnsaprei dare un adiversa interpretazione a fronte di cotanto accanimento contro la ricerca di fonti pulite, rinnovabili e a basso costo.
    Grazie e cordiali saluti.
    Gianfredo

  8. Gianfredo ha detto:

    Concordo pienamente con ogni parola. Senza contare l\’attualissima questione dello smaltimento di normalissimi rifiuti urbani che in un\’intera regione del nostro paese ci da un esempio più che evidente della nostra effettiva capacità di gestione dell\’argomento…
    Che tristezza, sia la sfacciataggine delle proposte fatte abilmente – come dice Lei – sull\’onda delle emozioni – per convincere facilmente i più, sia – me lo lasci dire – proprio l\’ignoranza dei più che si bevono oramai qualunque idiozia, obnubilati come sono dal troppo cibo e dalla volgarità dell\’intrattenimento dilagante su ogni emittente televisiva, che nutre gli istinti più bassi dell\’uomo, distogliendolo dalle sue più elevate capacità.
    "Panem et circenses", diceva qualcuno che se ne intendeva. Poi si è visto che fine ha fatto quella "civiltà"…
     
    A. G.
    ————————————————————

    Hai centrato la questione: se gli italiani invece di rimbecillire davanti alle Tv si riappropriassero del proprio intelletto potremmo guardare al nostro futuro con maggior ottimismo.
    Grazie e cordiali saluti.
    Gianfredo

  9. Gianfredo ha detto:

    Caro Gianfredo,
    sono contento che un uomo di destra quale tu sei, non accordi in maniera fideistica carta bianca a chi ci governa (tendenza che, di solito, spegne il cervello di quelli che votano destrorso). Il nucleare è un fallimento in tutto il mondo e le centrali nucleari hanno avuto un solo scopo: procurarsi materiale fissile per le atomiche. E basta. La prova sta nel fatto che, comunque, il nucleare nel mondo non ha coperto più del 5 –  6 per cento del fabbisogno energetico.
     
    E allora? E allora, facciamo come la Spagna o la Germania. Costruiamo casa a basso coefficiente di disparsione, usando materiali naturali e di riciclo.
     
    Utilizziamo il solare e la cogenerazione. Ci sarà da speculare? E\’ questa la domanda, infatti.
     
    Di chi è la cava di Chiaiano, a Napoli? A chi fa comodo "affittare" lo spazio allo Stato per papparsi i soldi pubblici? Mandiamo la monnezza in Germania: gli industriosi tedeschi la separano e ce la rivendono come materia prima secondaria! Non possiamo farlo noi? 
     
    Ci governano speculatori e affaristi, gli frega assai del futuro nostro e dei nostri figli, ma vallo a spiegare agli elettori di destra: non sono abituati a pensare con la loro testa. Vogliono un capo di cui fidarsi e pazienza se cià qualche difetto o qualche conflittuccio di interessi. Da farsi cadere le braccia.
     
    La pianto qui, il discorso sarebbe troppo lungo ed ho già abusato anche troppo del tuo tempo.
    Ciao
    ———————————————-

    Parole sante.
    Unica precisazione: ho smesso di definirmi di destra da quando la destra è diventata liberal-capitalista e filoamericana.
    Un cordiale saluto.
    Gianfredo

  10. Gianfredo ha detto:

    Che ci azzecca la Destra?  I tuoi compagni di parte politica ti direbbero che hai una visione ideologica.  Io credo che la Destra esista, ma purtroppo è solo "non essere"; praticamente esiste come non esistenza, cioè rifiuto della parte positiva della cultura politica, che di destra non è.   Partigiano Ruggiero, presente ma assonnato. Ciao
    ————————————————

    ….partigiano sarai Te! E pure berlusconiano.
    Ciao.
    Gianfredo

  11. Gianfredo ha detto:

    vi giro un nostro dibattito interno in merito al nucleare.
    consiglio vivamente di leggere gli articoli riportati
    saluti
    a.
    leggete qua,
    hanno appena portato a termine esperimento su fusione fredda, con successo
     
    http://www.ilsole24ore.com/art/SoleOnLine4/Tecnologia%20e%20Business/2008/05/nucleare-fusione-fredda.shtml 
    inoltre tengo a precisare che vi sarebbe anche il nucleare pulito, scoperto nel 43 o 44 dai quei "folli" dei crucchi. solo che nessuno ha ripreso i loro progetti
    forse perchè qualcuno la guerra l\’ha persa….
     
    http://www.fattisentire.net/modules.php?name=News&file=article&sid=2731
     
    "Sin dal 1944 gli esperimenti di K. Diebner e W. Gerlach in Germania portarono a constatare che la pressione produce reazioni nucleari nelle sostanze radioattive e nelle sostanze contenenti elementi opportuni, come il deuterio dell\’acqua pesante. Seguì la realizzazione dei primi ordigni nucleari ibridi a fissione-fusione, che fortunatamente non vennero usati in Europa durante il secondo conflitto mondiale». "
     
    inoltre sia fusione fredda che energia da ultrasuoni viene da menti italiane
    inoltre l\’energia da ultrasuoni porterebbe a recuperare energia dalle SCORIE NUCLEARI aumentando la velocità di decsadimento della radioattività.
    così facendo le scorie produrrebberop energia e divenendo inerti….
    datevi na letta è realmente interessante

  12. Gianfredo ha detto:

    e comunque non è solo nella DX vera e propria, ma anche in quelle minoranze provenienti dalla DX e che oggi si dicono, a modo loro, di sinistra, cone nei primi anni \’90 c\’erano anche ambienti comunisti/ nazionali favorevoli al nucleare, perché dicevano, ciò significherebbe autosufficenza economica e non dover dipendere dalle multinazionali….

  13. Gianfredo ha detto:

    Complimenti per quanto comunicato.
     
    Altro argomento:
     
    Vogliamo quanto prima portare avanti e portare alla riflessione
    di noi "popolo"  quanto probabilmente altri hanno gia\’ tentato
    nel passato ?
     
    Il ricavato di quanto viene prodotto dal "popolo"  deve essere meglio
    redistribuito.  Agli imprenditori o pseudo-imprenditori  molto meno di quanto
    ora si mettono da parte per loro stessi e   per i dipendenti molto di piu\’ di
    cio\’ che si portano a casa al momento  ??
     
    Cordialita\’.                                           Roberto Pozzan
    —————————————————————————

    Grazie.
    Diceva Ezra Pound: "la forza di un popolo è nella sua onestà" e nella giustizia sociale, aggiungo io.
    Saluti.
    Gianfredo

  14. Gianfredo ha detto:

    Nucleare – L\’energia nucleare oggi come oggi è l\’unica via per sopperire alla mancanza di energia che affligge l\’Italia. Dobbiamo acquistarla dalla Francia e dalla Svizzera pagandola ben cara! La Francia hà ben 59 centrali ed altre sono in costruzione. Le tanto decantate fonti alternative,pannelli solari d energia eolica (che sfigurano il paesaggio!)sono antieconomiche e producono quantitativi di energia assolutamente insufficienti.Ben venga il governo Berlusconi (da voi odiato!?) che finalmente darà un impulso decisivo alla costruzione delle centrali rendendo il nostro paese autosufficiente. Con buona pace dei vari Pecoraro Scanio,Realacci,Cento e compagnia cantando. Filippo.
    ————————————————————————————–

    Su una cosa hai ragione, sulla stupidità di noi italiani che dopo aver bandito il nucleare abbiamo iniziato ad importare energia dalla Francia (a caro prezzo) prodotta dalle centrali atomiche costruite a ridosso della nostra frontiera.
    Detto questo mi spieghi, solo per fare un esempio, come mai paesi come la Spagna, la Germania, l\’Austria e la Svezia, solo per restare in Europa, stanno investendo massicciamente e con ottimi risultati nelle fonti rinnovabili? 
    Rileggiti il mio articolo, mi sa che sei rimasto al titolo.
    Saluti.
    Gianfredo.
    P.s.: non odio Berlusconi, lo considero semplicente il rappresentate più autorevole di quella corrente di pensiero che stà portando l\’Italia ad assomigliare sempre più all\’America. Io, invece mi considero italiano e tale voglio restare.
     

  15. Gianfredo ha detto:

    Ciao ,
    Non vorrei rusultare patetica o venale,  so che il razzismo è alimentato dall\’ignoranza ma non posso fare a meno di essere razzista nei confronti DEGLI ITALIANI!!!! L\’ultima volta che ho provato questa sensansazione così  forte è stata 20 anni fa quando mi sono trasferita in Germania per imparare la lingua : Già allora mi sembrava di essere "Alice nel paese delle meraviglie" e pensavo di non fare più ritorno in Italia dove la vita per una ragazza sola era impossibile. Al contrario i miei amici tedeschi erano innamorati dell\’Italia e sognavano di poterci vivere, certo non qui, probabilmente in Toscana, a Roma o in Sicilia, ma dentro di me pensavo che dovevano essere pazzi, vivere decentemente in Italia dipendeva solo ed unicamante da quanto eri ricco  e utlimamente a maggior ragione!! Purtroppo dopo la caduta del muro le cose in Germania e di conseguenza in tutta Europa sono cambiate parecchio, ma ritengo tutt\’ora un grosso errore quello di aver fatto ritorno in particolare in questa zona dove sono nata, allora avevo abbastanza forza e coraggio per potermi trasferire in qualsiasi paese straniero
    Per anni ho rimpianto il modello di vita tedesco (dopo ti viene spontaneo fare i confronti con un paese che, al contrario del tuo, funziona) ma alla fine sono rimasta qui. Da qualche tempo a questa parte però la situazione sta diventando insostenibile, non so se sono io che sto invecchiando o se la gente che mi sta attorno si è completamente bevuta il cervello!!! Sto parlando di ITALIANI: AMICI, PARENTI, COLLEGHI, GENTE CHE VIVE NEL MIO PAESE…….LA SOCIETA\’ ITALIANA. Non ha più un minimo di capacità di ragionamento, eppure sono andati a scuola! Non vede o non vuol vedere, non apre gli occhi, pensa solo a se stessa, addirittura cerco di evitare certi discorsi e di arrabbiarmi perchè so di lottare coi mulini a vento.  Pero\’ purtroppo i risultati si vedono e come : la società italiana si distingue per dispendio di denaro pubblico, stipendi bassissimi, inquinamento alle stelle, sanità che fa schifo, mafia al potere ecc…….Siamo nel 2008 e gli italiani vogliono il nucleare, magnifico!!!! Se vogliono speculare, almeno che speculino su energie alternative (mi sto riferendo ora alla tua mail relativa ) almeno non rischiamo la pelle!!!! Quando l\’Eurorpa sta pensando di smettere, noi italiani con grande, grandissima capacità di ragionamento, pensiamo di iniziare!!!! In particolare mi capita spesso di confrontare le idee di gente anziana che in genere si lamenta degli extracomunitari, dà ragione alla chiesa ecc….Ebbene i giovani la pensano allo stesso modo!!!! Ma io mi chiedo: lo pensano veramente, sono confusi oppure mentono per non incorrere in qualche fatto spiacevole? Ho la sensazione di essere un umano in mezzo agli alieni, ma qui non si tratta di essere per forza di destra o per forza di sinistra (scusa ma per me è diventato impossibile fare politica in italia) , qui si tratta di avere un minimo di buon senso e di capacità di ragionamento, soprattutto se si è giovani e aperti al mondo e all\’innovazione nel rispetto dell\’ambiente. Perchè gli italiani vogliono farsi del male così gratuitamente?……mi piacerebbe poter ancora guardare la cosa da fuori e dire "certo che gli Italiani sono proprio poco raccomandabili" come in pratica ho fatto 20 anni fa quando vivevo in Germania e sentivo le ultime notizie su "operazione mani pulite" e altri scandali italiani alla TV tedesca.  
     
    Ciao e scusa per il mio ennesimo sfogo
     
     Marinella
    —————————————————————————-

    Comprendo la tua amarezza.
    Non rassegnarti. Vi sono nel nostro Paese ancora tante, tantissime forze sane che non hanno nessuna intenzione di mollare. Sono certo che alla fine il buon senso prevarrà.
    Grazie e saluti e…in alto i cuori
    Gianfredo

  16. Gianfredo ha detto:

    L’uranio non solo è in pochissime mani”, ma tali mani sono ancora una volta quelle dei soliti ben noti d’oltreoceano!
    come nel caso dei rigassificatori, ben prima e ben oltre che essere una questione ecologica si tratta di una questione eminentemente geopolitica, o meglio geoenergetica.
    cordiali saluti, FR

  17. Gianfredo ha detto:

    salve ho trovato il vostro messaggio nella mia casella , una sola cosa da dire ; non vi intromettete in cose che non vi devono riguardare , il nucleare e\’ una soluzione piu\’ che giusta ed era ora che anche noi ci rimettessimo in moto e non sara\’ nessuno in grado di fermare questo.lasciamo lavorare il governo senza continuare a mettere il bastone tra le ruote ( per i soliti interessi personali ).
    ———————————————————————

    Mio caro amico,
    a parte il fatto che il sottoscritto è un chimico (ho insegnato per anni in un liceo scientifico), mi spieghi per quale motivo i cittadini non dovremmo occuparsi di energia?
    Mi dimostrino, dati alla mano, che il nucleare non è pericoloso e che le altre fonti alternative come ad esempio la fusione fredda non sono tecnicamente praticabili e sono disposto ad accettare una centrale atomica anche nbel cortile di casa mia…
    Ammiro la tua fiducia cieca nel Governo.
    Saluti.
    Gianfredo Ruggiero, presidente Excalibur

  18. Gianfredo ha detto:

    Gentile Ruggiero, sono qui a Verbania soltanto per qualche ora/ Infatti sto trascorrendo a Gallarate la lunga convalescenza a seguito dell\’intervento alla quarta/quinta vertebra lombare (doppa ernia).La  Svizzera sta contrattando ancora  oggi  come  seppellire le proprie scorie nucleari. Credo che la zona sia stata individuata: sotto una montagna che al momento non ricordo assolutamente in quale cantone e  il sito ricordo che dovrà avere al di là di tutto pareti in cemento armato dello spessore di sei metri!!Per cui é una schifosa storia tutta italiana quella del nucleare  (in programmazione) ?????Voglio credere che stiano barando così come credo per  il Ponte di Messina ed altro.Comunque occorre cambiare modi di Vita/ Ridurre i  consumi globali come spiega Serge Latouche "LA SCOMMESSA DELLA DECRESCITA"  Non c\’é altra soluzione. Grazie e cari saluti.  SONO FELICE PER TUTTO QUELLO CHE FINALMENTE SI STA SCOPERCHIANDO A gallarate.  Ormai é fatta e voglio credere che arriverà il Comissariamento Prefettizio/rosy di mauro 
    —————————————————————————————–

    Concordo, va profondamente modificato lo stile di vita per ridurre rifiuti e consumo energico. A Gallarate si stà scoperchiando il pentolone.
    Saluti e auguri per la convalescenza.
    Gianfredo

  19. Gianfredo ha detto:

    Ciao Gianfredo,ho pubblicato quest\’altro vostro comunicato al seguente link: http://www.caserta24ore.it/forum/viewtopic.php?p=3232#3232.Buona giornata.Antonella

  20. Gianfredo ha detto:

    Salve Camerati, date uno sguardo a questa nostra iniziativa. Attendiamo risposte e commenti www.noamianto.blogspot.comwww.cmc451.blogspot.com 

  21. Unknown ha detto:

    IL SITO scenari & retroscena su Scanzano Jonico, Novembre 2003
     
    Questo il libro-denuncia, scritto da me sulla scorta dei dati tecnici volti ad invalidare la scelta del sito, raccolti dal compianto carissimo amico Angelo Chimienti. Libro boicottato  a destra e a manca perchè nel business delle scorie c\’erano proprio tutti e la scelta di Scanzano Jonico fu avallata dall\’allora Presidente della regione Bubbico (DS), con un suo clamoroso silenzio-assenso. La scelleratezza della scelta era testimoniata proprio dai dati raccolti da Chimienti:
    quelli correntometrici relativi al golfo di Taranto
    l\’erosione delle coste
    la sismicità della zona
    la mancanza di studi d\’impatto ambientale
    la mancata pubblicazione del progetto di fattibilità
    l\’allocazione  del deposito in una miniera di salgemma non certo in una zona desertica ma con popolazione residente e produttiva (forse unica zona davvero produttiva della Basilicata a forte vocazione turistica, a poca distanza dalle Tavole Palatine; le scorie nella culla della Magna Grecia, approfittando dell\’atavica tendenza a prostarsi e della mitezza (forse ricattabilità) della gente di Basilicata.
    Le scorie di II e III livello avrebbero anche rappresentato un obiettivo stategico (e necessitato di 150.000 anni per neuralizzarsi).
    Anche la demolizione delle centrali esistenti ( e soprattutto questo) sarebbe stato il business, senza contare il grave rischio ambientale a cui si metteva tutta l\’Italia per il transito dei pezzi di cantrali (dalla parte più esterna fino al nucleo molto radioattivo), per anni e anni e anni e soldi e soldi e soldi. Sarebbe stato più economico isolare ciascuna centrale in un sarcofago e lasciarla dove si trovava..
    La storiella dei costi dell\’elettricità è l\’ennesima bufala. Comunque le bollette sarebbero caricate dei costi di realizzazione, in aggiunta a quelli di smantellaento, in aggiunta a quelli che già paghiamo. Ciò che nessuno vuole capire è il coasto terribile sulle generazioni future. Al momento non c\’è alcuna soluzione allo smaltimento delle scorie  che inevitabilmete invadono il pianeta: Magari ci s\’illude di scaricarle in zone già contaminate, negli Urali o in qualche povero paese Africano; il riprocessarle significa ottenere  altri isotopi altrettanto radiattivi, insieme alla possibilità di fabbricare con un chilo delle stesse una bomba nucleare.
    Scelta scelerate quella del nucleare, a cui peraltro gli italiani avevano già detto no con un referendum.
    Anche quella volta venne violata la volontà popolare. Infatti il referendum decideva per la non costruzione di nuove centrali, ma non certo sanciva lo smantellamento delle esistenti, che avrebbero dovuto essere messe in sicurezza.
    Invece abbiamo ancora delle bombe ambientali che non sappiamo gestire, lungo la foce di fiumi che rischiano sempre di straripare e deliriamo sul costruire altre centrali, con la stessa cialtroneria che  ci caratterizza  in teme di scelta ambientali, ecologia, ricilaggio rifiuti generici, energie alternative.
    Questo nevrotico riproporre il nucleare, non è certo frutto di scelte oculate ma di strategie di inciucio a tutti i livelli politici. Il business nucleare è un piatto ricchissimo in cui tutti vogliono ficcare il muso di maiale disinformato. 

  22. Unknown ha detto:

    Non avevo ancora finito di scrivere il testo sulle scorie ma ho premuto qualcosa ed è stato pubblicato senza mia firma.
    Mi scuso per la brusca interruzione. Vi ringrazio dell\’ospitalità per aver potuto intervenire su quest\’argomento che tanta preoccupazione desta in Basilicata, terra che ha già pagato ampiamente il suo scotto ambientale (petrolio, metano, acqua) e che dovrebbe finalmente essere lasciata in pace.
    Il libro  IL SITO scenari e retroscena su Sanzano Jonico è stato edito in piccola quantità e in proprio . Ne posseggo ancora qualche copia, che può essermi richiesta ed essere spedita al costo totale di 20 euro, ma occorre avere conferma di disponibilità, magari con un messaggio al mio blog in cui io possa trovare un indirizzo a cui contattare l\’interessato (e che non sarà reso pubblico).
     
    Complimenti Signor Ruggiero per la bellissima "lettera al compagno antifascista" che ho letto sul sito LA VOCE DI MEGARIDE, portavoce del Comitato pro Bruno Contrada e per la sua piena riabilitazione, di cui mi pregio essere il medico che ne ha fatto ottenere gli arresti domiciliari. Ero una compagna  a cui la lettera poteve essere tranquillamente spedita e trovare riscontro di collaborazione. peccato che in questa residua sinistra cialtrona, settaria, carente di autocritica, moraleggiante, falsa, disinformata, parificata..non mi ci ritrovo più da tempo.
     
    Buone cose, buon lavoro. Un saluto cordiale a tutti
     
    Dr.ssa Agnesina Pozzi
    http://agnesepozzi.splinder.com/
     

  23. Unknown ha detto:

    chiedo scusa per i numerosi errori di digitazione!
    Agnesina Pozzi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...