manifestazione contro la vivisezione

 

 

MANIFESTAZIONE NAZIONALE CONTRO LA VIVISEZIONE


 

Nel giorno di San Francesco Excalibur partecipa al

 

CORTEO NAZIONALE CONTRO LA “VIVISEZIONE PUBBLICA”

Commemorazione degli animali vivisezionati e uccisi all’Universita dell’Insubria di Busto Arsizio

 

indetta dalla Lav (Lega Anti Vivisezione)

 

BUSTO ARSIZIO (VA)

Sabato 4 Ottobre 2008

ORE 14:30

Piazzale Plebiscito (partenza corteo)

 

La sperimentazione animale è una pratica legale ed estremamente diffusa. Soltanto in Italia sono quasi un milione gli animali uccisi ogni anno nei laboratori di ricerca. La maggior parte di questi esperimenti sono finanziati dallo Stato e dagli Enti locali (comuni, province e regioni) e vengono praticati da Enti pubblici come ospedali ed università. In altre parole, anche se tu sei contrario, i tuoi soldi vengono spesi per vivisezionare animali innocenti. E’ ora di dire basta!

 

Il 4 ottobre 2008  Excalibur sarà in piazza insieme alla LAV e ad altre associazioni e partiti politici per chiedere ai nostri amministratori, nazionali e locali, che i soldi pubblici stanziati per la ricerca vengano vincolati all’utilizzo esclusivo di metodi che non prevedano l’uso di animali.

 

La manifestazione si svolgerà a Busto Arsizio (Varese), città-simbolo della lotta alla “vivisezione pubblica”. La LAV di Busto Arsizio è infatti impegnata dal 2003 nella campagna "BustoSenzaVivisezione" contro la sperimentazione animale nella locale "Università degli Studi dell’Insubria". Essendo l’Uninsubria ospite del Comune di Busto Arsizio in edifici comunali in virtù di una convenzione in fase di rinnovo, la campagna chiede che nella nuova convenzione sia inserito un vincolo di non utilizzo di animali nell’attività di ricerca scientifica.

 

La data del 4 ottobre non è stata scelta a caso, è l’anniversario dell’approvazione della “Risoluzione di San Francesco 2003”, con la quale il Consiglio Comunale di Busto Arsizio aveva chiesto all’amministrazione comunale che in città non si svolgessero esperimenti su animali. Un documento politico importantissimo, la cui applicazione è costantemente invocata dalla LAV bustese, che ogni 4 ottobre ne celebra l’anniversario commemorando tutti gli animali vivisezionati ed uccisi nei laboratori dell’Uninsubria proprio a causa della non-applicazione della Risoluzione di San Francesco 2003 da parte dell’amministrazione comunale, la quale oltre a non voler inserire alcun vincolo contro la vivisezione in quei locali ha anche partecipato alla cordata per l’istituzione di un altro istituto pubblico di sperimentazione animale, l’”Insubrias Biopark” di Gerenzano.

 

Excalibur dice NO alla vivisezione

 

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Ambiente. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...