A DESTRA PER IL SUICIDIO

 

CI RISIAMO COL NUCLEARE di Gianfredo Ruggiero

 

Dal disastro di Cernobyl sono passati 24 anni; la tecnologia in campo nucleare ha fatto notevoli progressi, si parla di reattori di terza/quarta generazione che, assicurano gli “esperti”, saranno più sicuri e affidabili di quelli attuali e, cosa non da poco,  produrranno meno scorie, oltretutto riciclabili.

Di fatto ci chiedono un atto di fede visto che a tutt’oggi queste centrali esistono solo sulla carta (ed io che ho difficoltà a credere in Dio, come posso confidare ciecamente in loro?).

Nessun passo avanti è stato invece fatto per risolvere il problema del trasporto e dello stoccaggio delle scorie radioattive che rimangono letali per millenni. Alla domanda: “come si pensa di affrontare la questione?” La risposta stizzita degli ingegneri nuclearisti è sempre la stessa: ci penseremo! 

E’ da quando è stato attivato il primo reattore nucleare negli anni cinquanta che ci stanno pensando. Intanto a seguito del “piccolo”  incidente di Chernobyl del 26 aprile 1986 migliaia di persone sono morte e altre ne moriranno, almeno fino al 2060 secondo uno studio di Carlo Rubbia.

Il governo di destra sull’onda emotiva dei rincari petroliferi, ora rientrati, e dietro pressione della lobby nucleare, parla di costruire da 4 a 30 nuove centrali.  Le vecchie, che dovevano essere demolite vent’anni fa e i rifiuti radioattivi messi in sicurezza, sono invece  ancora lì in balia di sé stesse, in tutta la loro pericolosità. Vere e proprie bombe ecologiche.

Dopo 20 anni, e qualche figuraccia come quella di Scanzano Jonico dove il governo Berlusconi (ancora lui) è stato costretto a furor di popolo a fare dietro front, non è stato ancora trovato un sito dove stoccare i rifiuti radioattivi. Scorie che, come sanno anche i sassi, ma che politici e scienziati filo-nucleare fingono di ignorare, rimangono letali per millenni.

Un altro aspetto su cui si tenta di sorvolare è quello della fonte. L’uranio non solo è in pochissime mani (si passerebbe dalla dipendenza da petrolio a quella da uranio), ma è oltretutto scarso e, se fosse pienamente utilizzato dai quei paesi che dispongono di un gran numero di centrali, si esaurirebbe nel giro di pochissimi anni.

Tralasciamo poi le considerazioni di ordine morale in quanto il plutonio 239, ricavabile dal decadimento dell’uranio, è utilizzato come detonatore per la bomba al deuteruro di Litio (detta volgarmente bomba H).

 Tornando all’Italia la soluzione, per un Paese come il nostro ricco di fonti energetiche naturali ed inesauribili, c’è ed è a portata di mano, basta seguire l’esempio della Spagna che produce già il 25% del suo fabbisogno energetico tramite fonti alternative ed ha in programma la costruzione di 20 centrali ad energia solare che raddoppieranno la produzione pulita d’elettricità; l’Austria produce già ora il 60% del fabbisogno nazionale da fonti rinnovabili; la Germania e la Svezia si accingono a ridimensionare pesantemente il loro programma nucleare a favore dell’energia pulita. In America non si costruiscono nuove centrali da almeno dieci anni.

Non solo: nel silenzio totale dei media italiani in Germania sta per partire il progetto Desertec per la costruzione di una immensa centrale solare nel deserto del Sahara in grado di produrre almeno il 15% del fabbisogno energetico di tutta l’Europa entro il 2025. Secondo gli esperti di Siemens, una superficie di 300 chilometri quadrati nel Sahara, dotata di specchi parabolici, potrebbe essere sufficiente a coprire il fabbisogno energetico di tutto il pianeta.

 Mentre noi perdiamo tempo e sprechiamo denaro con le centrali nucleari, i tedeschi si preparano a cambiare il mondo.

“Il sole – ricordano in una petizione oltre 600 docenti e ricercatori italiani – è una stazione di servizio inesauribile che in un anno invia sulla Terra una quantità di energia pari a diecimila volte il consumo mondiale”.

Se solo la metà dei fondi attualmente utilizzati per la ricerca nucleare fossero destinati allo sviluppo delle fonti pulite e rinnovabili di cui il nostro Paese è ricco, l’Italia (il paese del Sole) in poco tempo potrebbe raggiungere la piena autosufficienza energetica, senza alcun pericolo e a costi contenuti, attraverso grandi centrali termodinamiche e la diffusione dei pannelli fotovoltaici sui tetti delle case e dei capannoni industriali.

Il problema per il nostro sciagurato paese è che per approntare un programma serio di riconversione energetica associato ad una politica di riduzione dei consumi è necessaria la presenza di uno Stato che sappia agire nell’esclusivo interesse della Nazione. Invece ci ritroviamo ad essere governati da partiti e politici sempre in cerca di scorciatoie. Per loro è più facile costruire una trentina di centrali nucleari e nel contempo soddisfare gli appetiti dei soliti gruppi industriali che hanno il monopolio della costruzione e conduzione delle cattedrali energetiche (da cui trarre magari qualche beneficio economico, come spesso accade nei grandi appalti), che ridurre i consumi e avviare un responsabile piano energetico finalizzato l’autosufficienza. Tanto le conseguenze le pagheranno le generazioni future.

Gianfredo RUGGIERO (presidente del Circolo Circolo Excalibur – Varese)

 


Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Ambiente. Contrassegna il permalink.

12 risposte a A DESTRA PER IL SUICIDIO

  1. Gianfredo ha detto:

    Grazie, dopo queste elezioni contiamo di avviare una forte campagna a favore di FRATELLO SOLE,Rimaniamo in contatto e…pur non essendo molto credente: Viva San Francesco.Saluti.Gianfredo —-Messaggio originale—- Da: info@sentierifrancescani.it Data: 28/03/2010 10.58 A: <excaliburitalia@libero.it> Ogg: Re: A DESTRA PER IL SUICIDIO vivissimi rallgramenti per la tua presa di posizione sulle centrali nucleari. Data la tua competenza occorre unirci in un convegno per portare avanti l\’idea di fondo di dare impulso alle energie alternative anche per evitare altre pericolose iniziative di natura speculativa. Basta con le chiacchiere e agiamo rapidamente anche nel nome della ecologia di cui è patrono S. Francesco. Un abbraccio e senriamoci al più presto. Giovanni Maria Gubbiotti presidenbte onorario di ASSISI for peace TV —– Original Message —– From: EXCALIBUR To: info@sentierifrancescani.it Sent: Sunday, March 28, 2010 8:04 AM Subject: A DESTRA PER IL SUICIDIO

  2. Gianfredo ha detto:

    Carissimo,hai perfettamente ragione, la fusione fredda, che ebbe un attimo di notorietà qualche anno fà, sopravvive solo nelle menti degli scienziati puri, di quelli che non sono condizionati e finanziati dalle solite lobby politico affaristiche che invece investono cifre enormi per renderci sempre più dipendenti dalle Corporations che controllano e gestiscono il ricco mercato dell\’energia.Sarò (e lo sono) un nostaglico del ventennio, ma quando Mussolini varò la campagna del grano era consapevole che sarebbe costato meno continuare ad importarlo dall\’Argentina, la fece ugualmente per tre sostanziali motivi: bonificare terre incolte, dare lavoro agli italiani ed eliminare la dipendenza dall\’estero. Questo è un vero statista!! (che Iddio lo abbia in gloria).Saluti.Gianfredo —-Messaggio originale—- Da: info@anceachimici.it Data: 28/03/2010 10.10 A: <excaliburitalia@libero.it> Ogg: Re: A DESTRA PER IL SUICIDIO Ciao Gianfredo, la pensiamo in maniera simile sul nucleare da fissione (forse rilanceremo il vostro articolo, citando la fonte, nel nostro circuito). Che ne pensi del nucleare da fusione fredda? noi pensiamo che le considerazioni correnti sulla fusione fredda siano dovute ad una campagna di denigrazione dovuta a quelle stesse Lobby che non vogliono il solare. Anche lo stop nel 2004 all\’iniziale ricerca positiva del 1999 dell\’Enea sulla fusione fredda ci lascia perplessi. Guardati a tal proposito , se non l\’hai ancora visto il famoso "rapporto 41" di Rai news 24 che potrai trovare facilmente sul Web Ciao Giancarlo Capobianco

  3. Gianfredo ha detto:

    Scusa: E dove viene stoccata l\’anidride carbonica?CiaoStefano.—————————————————nei nostri polmoni….Ciao bello.Gianfredo

  4. Gianfredo ha detto:

    Mio caro amico,probabilmente ti sei fermato al titolo o alle prime righe dell\’articolo. Sostanzialmente diciamo le stesse cose, infatti Spagna, Austria e sopratutto Germania hanno da anni imboccato la strada delle fonti alternatuve con risultati sorprendenti. Se solo si investisse un decimo di quello che si spende per il nucleare nella ricerca e perfezionamento di fonti alternative come ad esempio la fusione fredda o lo sfruttamento dell\’idrogeno e si avviasse un vasto piano per la diffusione dei pannelli fotovoltaici con incentivi veri per i privati e obblighi per gli edifici pubblici il problema energetico sarebbe risolto. Per fare questo ci vuole però un Governo e dei politici veri che non abbiamo.Ti faccio un esempio esempio: la tanto sbeffeggiata campagne per il grano varata dal governo Mussolini consentì all\’Italia di bonificare terre incolte, di dare lavoro ai contadini disoccupati e di ridurre la dipendenza dall\’esterno, anche se il grano importato dall\’Argentina costava molto meno. Questo significa governera nell\’interesse dell\’Italia e degli italiani.Saluti.Gianfredo —-Messaggio originale—-Da: pierfranco.bollero@libero.itData: 28/03/2010 15.21A: <excaliburitalia@libero.it>Ogg: R: A DESTRA PER IL SUICIDIOSono stufo di vedere e sentire voci del no! a tutto!Bisogna fare scelte positive e sontenibili, le fonti alternative di energia, tanto enfartizzate non rispondono per ora alle esignenze e ai bisogni del paese, che non vive in una sfera di cristallo ma in ambiente economico globale.Vivo in Piemonte a due passi dalle centrali nucleari francesi, pago l\’energia elettrica quatto volte di più che i miei amici d\’oltralpe (lo dico con cognizione di causa perchè possiedo anche uan casa in Francia), I rischi di inquinamentio nucleare sarebbero per me identici oggi come domani se si cotruisse una centrale nucleare in pianura padana. I costi no! Fonti energetiche altermnative per risolvere il problema della industrie, che scelgono altri paesi a minori costi energetici, e per usi civili esistono ma sono palliativi come un\’aspirina per un malato di cancro, ovvero seriamente sono inesistenti. Bisognerebbe affrontare seriamente il problema e non solo porre dei veti ideologici! Come si comportano gli altri paesi della unione europea? sono tutti nell\’errore?

  5. Gianfredo ha detto:

    Certamente!In alto i cuori. Gianfredo—-Messaggio originale—-Da: paolo_signorelli2@virgilio.itData: 28/03/2010 12.38A: <excaliburitalia@libero.it>Ogg: Re: A DESTRA PER IL SUICIDIOCerchiamo di operare a pieno campo. In alto i cuori!Paolo Signoreii

  6. Gianfredo ha detto:

    Prodi ha fatto anche di peggio…Comunque noi siamo una piccola forza, per quanto agguerrita e determinata, e non disponiamo dei mezzi economici e d\’informazione dei sostenitori del nucleare che abbondano sia a destra quanto a sinistra.Grazie e saluti.Gianfredo —-Messaggio originale—-Da: aurelio.rolando@fastwebnet.itData: 28/03/2010 12.41A: <excaliburitalia@libero.it>Ogg: Rif: A DESTRA PER IL SUICIDIOPerchè non avete protestato quando Prodi ha dato i soldi all\’ enel per costruire le centrali in Francia ?

  7. Gianfredo ha detto:

    Abbiamo smesso tanti anni fa di definirci di destra, da quando la destra (che in passato, ai tempi del vecchio MSI, era sinonimo di fascismo) è diventata antifascista, liberal-capitalista e filo americana. Saluti.Gianfredo—-Messaggio originale—-Da: gdonaudi@yahoo.itData: 28/03/2010 19.50A: <excaliburitalia@libero.it>, <ccm@ccm-italia.org>, <cdr@esteri.it>, "ALBA MAGICA"<celestinian@iol.it>, <cedan1@libero.it>, <cedav@virgilio.it>, <celle.ligure@inforiviera.it>, <centro.milarepa@tiscali.it>, <cermasi@libero.it>, <cenmondialita@saveriani.bis.it>, <cfranci@iol.it>Ogg: Libere Opinioni//// A DESTRA PER IL SUICIDIOa questo punto perché continuare a professarsi di destra?

  8. Gianfredo ha detto:

    Tutto sommato Silvio mi è simpatico e sono certo che con la sinistra al potere, considerato lo spessore dei suoi esponenti, le situazione sarebbe ben peggiore. solo che io non mi accontento del meno peggio voglio il meglio. Voglio una classe politica che lavori per l\’Italia e non sia succube dell\’America e delle sue Corporations.Saluti.—-Messaggio originale—-Da: aurelio.rolando@fastwebnet.itData: 28/03/2010 17.35A: <excaliburitalia@libero.it>Ogg: Rif: R: Rif: R: Rif: A DESTRA PER IL SUICIDIOPer fortuna che silvio c\’è. altrimenti con chi ve la prendereste ? ——-Messaggio originale——- Da: excaliburitalia@libero.itData: 03/28/10 17:31:44A: aurelio.rolando@fastwebnet.itOggetto: R: Rif: R: Rif: A DESTRA PER IL SUICIDIO Adesso al governo c\’è la destra, degna erede della sinistra finanziaria di Prodi, Draghi e dei bancarrottieri alla De Benedetti.Saluti.Gianfredo—-Messaggio originale—-Da: aurelio.rolando@fastwebnet.itData: 28/03/2010 17.05A: <excaliburitalia@libero.it>Ogg: Rif: R: Rif: A DESTRA PER IL SUICIDIOE allora perchè non usate le vs risorse per andare contro il Partito di Prodi ? che ne ha fatto di peggio ? ——-Messaggio originale——- Da: excaliburitalia@libero.itData: 03/28/10 13:11:02A: aurelio.rolando@fastwebnet.itOggetto: R: Rif: A DESTRA PER IL SUICIDIO Prodi ha fatto anche di peggio…Comunque noi siamo una piccola forza, per quanto agguerrita e determinata, e non disponiamo dei mezzi economici e d\’informazione dei sostenitori del nucleare che abbondano sia a destra quanto a sinistra.Grazie e saluti.Gianfredo —-Messaggio originale—-Da: aurelio.rolando@fastwebnet.itData: 28/03/2010 12.41A: <excaliburitalia@libero.it>Ogg: Rif: A DESTRA PER IL SUICIDIOPerchè non avete protestato quando Prodi ha dato i soldi all\’ enel per costruire le centrali in Francia ?

  9. Gianfredo ha detto:

    Grazie e cordiali saluti.In alto i cuori.Gianfredo>—-Messaggio originale—->Da: zattonipaolo@libero.it>Data: 28/03/2010 17.32>A: "excaliburitalia"<excaliburitalia@libero.it>>Ogg: Re:A DESTRA PER IL SUICIDIO>>GRANDE, come sempre.>Ciao Paolo.

  10. Gianfredo ha detto:

    …e babbo Natale viaggia con le renne e le streghe sulle scope…siamo seri. Dietro il nucleare ci sono enormi interssi economici che sovrastano e schiacciano gli interessi nazionali svenduti dai nostri politici di destra e di sinistra ai padroni d\’oltre oceano.Saluti.Gianfredo—-Messaggio originale—-Da: info@fvo.itData: 28/03/2010 11.55A: <excaliburitalia@libero.it>Ogg: R: A DESTRA PER IL SUICIDIOIl nucleare è sicuro e produce l\’energia che ci serve.Diego Righini

  11. Andrea ha detto:

    Ci sono forme di nucleare non pericolose come quelle al Torio. E poi se proprio vogliamo parlare di lobby strane, io onestamente ne vedo nel fronte del "no": ricordiamoci del referendum radicale e finto-ecologista che, sfruttando l\’onda emotiva di Chernobyil, spezzò le potenzialità di sovranità nazionale dell\’Italia. La Bonino (con la Polverini) torna alla carica dopo venti anni e oggi continua a dire No e a proporre campagne di isolazionismo dell\’Italia nei confronti della vicina Asia attraverso boicottaggi sistematici di Russia, Bielorussia, Iran e Cina. Le sirene liberali sostengono lo stesso libertarismo e lo stesso buonismo ecologista che leggo qui.

  12. Adamo ha detto:

    Non mi fa paura il nucleare tanto quanto la capacità che l italia avrà di gestire la cosa…Le speculazioni che ne deriveranno e la mafia che vi si installerà come sempre ha fatto…sono discorsi ormai da sala da the

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...