A PROPOSITO DI LEGGE FIANO

Sono da sempre un appassionato di storia, in particolare di storia contemporanea che, come tutti, ho appreso sui banchi a scuola e poi approfondito nelle biblioteche e leggendo libri di diversi autori e di diverso orientamento. Alla mia conoscenza ha poi contribuito, in maniera notevole, il dibattito. Soprattutto con persone con opinioni diverse dalle mie.

Discutere con chi la pensa come me all’inizio è piacevole, ma poi mi annoia. Al contrario il dibattito con persone che esprimono in maniera civile, educata e, soprattutto, rispettosa, opinioni distanti dalle mie l’ho sempre considerata una occasione di crescita.

Il fascismo è stato condannato dalla storia, quella ufficiale, perché nei suoi vent’anni di vita avrebbe portato morte e distruzione.  Se così fosse (io non ne sono per nulla convinto)  sarebbe perfettamente legittimo bandire tutti quei movimenti e partiti che si richiamo al fascismo e sarebbe  altrettanto legittima la legge Fiano, recentemente approvata alla Camera, che vieta anche gli atteggiamenti riconducibili al fascismo.

Secondo la legge Fiano, se faccio il saluto romano rischio fino a due anni di carcere perché il fascismo ha portato morte e distruzione…e se mi faccio il segno della croce cosa rischio, l’ergastolo? Se pensiamo a cosa ha fatto la Chiesa nei suoi duemila anni di storia. Pensiamo alla Santa Inquisizione, pensiamo a come sono state cristianizzate le Americhe. Pensiamo all’antisemitismo creato dalla Chiesa con l’accusa rivolta agli ebrei di aver voluto la morte di Gesù. Nel 1096, alla partenza della prima crociata indetta da Papa Urbano II sono stati massacrati 50 mila ebrei in Renania accusati di essere miscredenti ad opera dei predicatori Pietro d’Amiens e Gualtieri Senza Averi.  Entrati a Gerusalemme i crociati hanno massacrato l’intera popolazione, cristiani, musulmani ed ebrei che fino ad allora convivevano in pace.

E se sventolo la bandiera americana? Finisco sulla sedia elettrica se pensiamo a cosa hanno fatto gli americani in passato e ancora adesso. La storia dell’America è iniziata con il genocidio dei pellerossa, oltre 10 milioni, e con i 15 milioni di neri prelevati a forza dall’Africa e ridotti in schiavitù; la segregazione razziale è rimasta in vigore fino agli anni 60. In alcuni stati erano addirittura proibiti i matrimoni misti. E’ proseguita con le armi di distruzione di massa: le bombe atomiche sul Giappone prossimo alla resa, le bombe al napalm per incendiare i villaggi vietnamiti con le persone dentro, alle bombe al fosforo sulla città irachena di Falluja, ai proiettili radioattivi nei Balcani. Ai colpi di stato organizzati dalla Cia negli anni 70 in Cile, Argentina e Grecia all’operazione Gladio in Italia. Non c’è guerra e violenza senza America.

E se mostro la bandiera francese? Finisco alla ghigliottina, se pensiamo che le moderne democrazie parlamentari sono state partorite nel sangue della Rivoluzione francese tra teste mozzate, terrore giacobino e il Genocidio dei cristiani in Vandea dove venivano uccise principalmente le donne per evitare che partorissero briganti. Su 800 mila abitanti ne sono stati uccisi 280 mila, più di un terzo della intera popolazione.

E se esibisco la bandiera rossa con la farce e martello? finisco come minimo ai lavori forzati se pensiamo alla deportazioni in Siberia di Stalin ai tre milioni di cambogiani uccisi da Pot-Pot e al sangue versato durante la rivoluzione culturale di Mao.
In definitiva, se dovessimo giudicare la storia sulla base dei crimini compiuti, qui non si salva nessuno.

Non si salva l’Italia per Mussolini e la Germania per Hitler, ma non si salva neppure la Chiesa per le crociate, la santa inquisizione e l’antisemitismo, non si salva l’America per il razzismo e le bombe, non si salva la Francia per Robespierre e Napoleone che ha depredato mezza Europa e l’Intero Egitto. Non si salva il comunismo per Stalin, Mao e Pol Pot.

Per cui finiamola di usare la storia per bassi e miserevoli intenti politici. La storia non si processa, si studia per trarne insegnamento. Come le idee, qualunque esse siano, che vanno discusse. Perché la diversità di opinioni è una ricchezza che porta giovamento a tutti.

Io ho un sogno, parafrasando Luther King, di vedere un giorno giovani destra e giovani di sinistra, disoccupati e immigrati, ognuno con le proprie idee, uniti da un unico obiettivo: salvare l’Italia.
Il nostro nemico non è il comunismo, non è il fascismo, il nostro nemico non sono gli immigrati.

Il nostro nemico è il capitalismo che affama i popoli e genera ingiustizie; che per prosperare ha bisogno di una massa sempre più grande di disperati e immigrati da sfruttare.

Il nostro nemico è l’America. Non quella di Trump, l’America di sempre che pretende di controllare i destini del mondo.

Se non capiamo questo e continuiamo invece a parlarci addosso, fra dieci anni saremo ancora qui a discutere di neofascismo. Intanto l’Italia sprofonda sempre di più.

Gianfredo Ruggiero, presidente Circolo Excalibur – Lonate Pozzolo (VA)

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Contro Info. Contrassegna il permalink.

5 risposte a A PROPOSITO DI LEGGE FIANO

  1. Sergio ha detto:

    Noiosamente forse, ancora concordo dal primo all’ultimo comma.
    Cordialmente,
    Sergio Girelli

  2. Francesco Paolo d'Auria ha detto:

    GIANFREDO .. NON SO SE HAI SCELTO LE GIUSTE OSSERVAZIONI PER METTERE IN RISALTO L’ASURDITA’ DELLA LEGGE FIANO.. INNANZI TUTTO RICHIAMI EVENTI DEL PASSATO, IN SPECIE GENOCIDI DI VARIE POPOLAZIONI, COME SE IL FASCISMO FOSSE, ANCHE DI LONTANO, RESPOSNABILE DI ECCIDI, STRAGI O GENOCIDI. IL FASCISMO NON HA MAI FATTO NULLA DI TUTTO QUESTO.. QUINDI COME FAI A PARAGONARE IL FASCISMO AL CAPITALISMO, A TUO PARERE AUTORE E RESPONSABILE DELLO STERMINIO DEGLI INDIANI? PER QUANTO NE SAPPIA E PE QUEL CHE HO VISSUTO SOTTO IL FASCISMO, DI GENOCIDI NON NE SONO MA I STATI VISTI NE’ LO STERMINIO DI AVVERSARI POLITICI O DI INTERE POPOLAZIONI E’ MAI STATO NELLA IDEOLOGIA FASCISTA. QUINDI COSA VUOI PARAGONARE? LO STESSO PARAGONE CHE TU FAI PARTE DALLA PRESUNZIONE CHE IL FASCISMO SI SIA MACCHIATO DI CRIMINI DI GENOCIDIO.. A ME NON RISULTA E A TE? DOVE COME E QUANDO? CHI E’ MAI STATO STERMINATO SOTTO IL FASCISMO? DOVEVANO PORPRIO ESSERE STRONZI GLI ANTIFASCISTI PER FARSI DENUNCIARE (IN GENERE DA PERSONAGGI INFIMI CHE SPORGEVANO DENUNCE ANCHE ANONIME) E SE DENUNCIATI ANDAVANO A PROCESSO E SE CONDANNATI ERANO CONDANANTI A TRE MESI O SEI MESI O UN ANNO DI CONFINO
    CIOE’ UN SOGGIORNO OBBLIGATO DOVE RICEVEVANO UNO STIPENDIO ED ERANO LIBERI DI MUOVERSI.. TANTO CHE SPESSO RIUSCIVANO AD ASSOLDARE UNO SCAFISTA E FUGGIRE IN CORSICA E POI IN FRANCIA. NON RISULTA CHE LO STESSO TRATTAMENTO SIA MAI STATO RISERVATO AGLI OPPOSITORI IN RUSSIA, IN GERMANIA, IN CINA E PERFINO IN EGITTO AL GIORNO D’OGGI. NON MI VA DI DILUNGARMI MA TI CHIEDO DI RIVEDERE IL TUO ARTICOLO NON INVOCANDO UNA IMMUNITA’ IN QUANTO IL CRIMINE IN QUESTIONE SIA STATO COMEMSSO UN PO’ DA TUTTI A COMINCIARE DALLA CHIESA CRISTIANA .. MA SEMPLICEMENTE PERCHE’ IL FASCISMO HA PREFERITO ALLEVARE LE SERPI IN SENO.. PIUTTOSTO CHE UCCIDERLE.. NEANCHE UN FUCILATO PER REATI DI OPINIONE.. GRAMSCI FU LIBERATODAL CARCERE PER MOTIVI DI SALUTE.. L’UNICA ECCEZIONE MATTEOTTI, NON ATTRIBUIBILE AL FASCISMO MA SOLO A 5 SCALMANATI COSI’ COME I DELITTI DI MAFIA NON SI POSSONO ATTRIBUIRE AL GOVERNO IN CARICA. DA CROCE A SALANDRA, A GIOLITTI, A VITT. EM. ORLANDO, A IVANHOE BONOMI A DEGASPERI ED A MILLE ALTRI OPPOSITORI.. NESSUNO LI HA MAI TOCCATI NE’ PERSEGUITATI NE’ NIENTE! NON MI PARE UN GRANDE GENOCIDIO! CAPISCO CHE TU SIA DUBBIOSO.. SUI LIBRI DELLA TUA SCUOLA STANNO SCRITTE COSE ORRENDE.. MA SONO SOLO FANTASIE E MENZOGNE.. MENZOGNE CHE SAREBBERO LE FAMOSE “VERITA’ RIVOLUZIONARIE” COME LE CHIAMAVA LENIN!

  3. avv. Pier Giorgio carretta ha detto:

    Egr, sig, Ruggiero Gianfredo, pur apprezzando il Suo articolo nel suo complesso, mi permetta di dissentire su alcuni punti.
    1) la Chiesa cattolica. Gli ormai stereotipi della Inquisizione e delle Crociate sono stati smentiti da studi storici recenti e recentissimi, soprattutto francesi e italiani, da cui risulta che: l’Inquisizione fece tra le 2500 e le 3500 vittime in 200 anni. ( il milione di donne bruciate perché ritenute streghe è una leggenda metropolitana smentita dagli studi approfonditi svolti nei gli archivi vaticani in cui sono confluiti tutti i documenti riguardanti la Santa inquisizione ). Se si riferisce alle guerre religiose tra cattolici e i protestanti, allora non si può parlare di ” massacri ” se non nella visione dell’epoca di guerre tra Stati emergenti e potere imperiale, che si ammantarono di religione per mascherare la loro vera origine di guerre di conquista territoriale, ( vedi guerra dei 30 anni e anche guerra dei 100 anni ): in sostanza erano guerre di ” evoluzione ” da stati soprannazionali a stati nazionali moderni ed in cui si usarono per la prima volta i “canoni ” di conquista moderni, vale a dire la conquista del territorio e non degli abitanti, in quantochè gli abitanti non venivano considerati come elementi di predazione utili al territorio , ma interessava solo il territorio, per cui potevano essere tranquillamente eliminati,( anzi era meglio), per far posto alla immissione di popolazioni fedeli al conquistatore! Stesso criterio che fu usato nella conquista dell’America meridionale dai conquistadores spagnoli, nei confronti degli abitanti autoctoni ….con la differenza che, una volta accortisi che necessitavano di manodopera per le miniere e per piantagioni, gli spagnoli resero schiavi tutti gli abitanti rimasti e, per giustificare tale fatto, lo fecero passare per una “cristianizzazione ” forzata proprio per evitare le sanzioni e le proteste della Chiesa ( francescani e poi Gesuiti in testa )! Non mi dilungo oltre ……… 2) Le crociate: in particolare la I°… a prescindere che non so su quali basi Lei definisca ” criminale ” Papa Urbano II, si deve dire che egli fece solo il suo “dovere” di Papa, indicendo una riconquista del Santo Sepolcro e dei luoghi sacri ai cristiani perché i mussulmani seleucidi che avevano conquistato i territori prima sottoposti agli arabi fatimiti ( molto più moderati e che avevano sempre permesso ai cristiani di visitare i luoghi sacri e di risiedere nei territori loro soggetti) avevano dapprima rallentato e poi proibito il flusso dei pellegrini cristiani a Gerusalemme ed in Palestina: questo non solo ledeva antichi diritti e patti , ma danneggiava anche i commerci con l’oriente delle repubbliche di Genova e Amalfi, oltreché di Costantinopoli. Certo la conquista di Gerusalemme fu un atto di guerra brutale e sanguinoso, conclusosi col massacro della stragrande maggioranze degli abitanti, indipendentemente dalla loro religione: di questo il primo a rammaricarsene ( anche perché i soldati ed i condottieri cristiani disobbedirono ad un suo preciso ordine di NON molestare gli abitanti, limitandosi ad abbattere chi si opponeva loro, cioè i soldati mussulmani ) fu Goffredo di Buglione, capo della spedizione e lo stesso Papa, quando ne venne a conoscenza ! Attribuire quindi tale comportamento alla volontà della Chiesa è del tutto antistorico e non vero . Anche qui non posso dilungarmi oltre………………….. 3) massacro dei 50.000 ebrei tedeschi : avvenuto durante la I° crociata , NON fu voluto dalla Chiesa, ma dal conte Emich di Leinighen, capo dei tre eserciti “dei poveri” che dovevano raggiungere l’esercito di Pietro l’eremita gia in viaggio per Gerusalemme , Emich di Leininghen , che si era già conquistato la fama di uomo violento e di brigante, comprese che il fervore religioso degli uomini che aveva radunato poteva essere facilmente utilizzato a suo vantaggio personale e, ignorando gli ordini dell’imperatore Enrico, persuase i suoi seguaci a dare inizio alla Crociata attaccando la comunità ebraica di Spira. L’intervento del Vescovo locale permise di salvare la comunità e solo 12 ebrei furono uccisi, ma il piccolo massacro eccitò gli appetiti di Emich che attaccò Worms: anche qui il vescovo intervenne per tentare di proteggere gli ebrei , ma non ebbe successo , tanto che molti ebrei furono trucidati nel palazzo vescovile dove avevano trovato rifugio. Raggiunta poi Colonia, nonostante che anche qui il Vescovo tentasse di salvare gli ebrei , fu incendiata la sinagoga e un uomo ed una donna furono uccisi perchè si rifiutarono di abiurare la religione ebraica. Raggiunta Magonza,di cui l’arcivescovo Rhotard aveva fatto chiudere le porte, Emich, con l’aiuto di amici all’interno della città, riuscì ad entrare il giorno seguente e attaccò il palazzo vescovile dove si erano rifugiati moltissimi ebrei, conquistandolo e costringendo il vescovo a fuggire e massacrando tutti gli ebrei che trovò :In tre giorni furono uccisi circa un migliaio di ebrei .Uscito da Colonia, l’esercito di Emich si divise in due tronconi: uno si diresse in diresse in Ungheria e aggredì Treviri e Metz; Emich invece massacrò le comunità di Neuss, Wevilinghofen, Ellery e Xanten. L’altra colonna dell’esercito di Emich giunse a Praga ed iniziarono a massacrare la comunità ebraica e le veementi proteste del vescovo Cosma furono ignorate; lasciata Praga questa colonna proseguì e penetrò nel regno d’Ungheria e a Nitra ( oggi in Slovacchia ) e tentarono di ripetere le stragi di Praga, ma l’esercito del regno attaccò e disperse i membri della colonna che fuggirono. In seguito le truppe di Erich perpetrarono altri massacri di comunità ebraiche, tanto che le truppe del re Coloman di Ungheria li attaccarono e massacrano quasi tutti. Le rimanenti ruppe di Emich, ormai in fuga, tornarono in Germania con lo stesso Emich, mentre una piccola parte riuscì ad aggregarsi alle truppe di Gofferdo di Buglione. Come si vede, la chiesa protesse e tentò di salvare gli ebrei , e non fu assolutamente responsabile del massacro degli ebrei renani !!!
    4) per quanto riguarda il Fascismo, concordo pienamente co quanto scrittoLe dal sig, Francesco Paolo d’Auria e molto altro avrei da dire…ma non mi dilungo oltre perché già troppo ho scritto! Ma mi consenta un piccola osservazione personale: per chi la segue con interesse ( tra i quali io ) la pregherei di essere più esatto storicamente, fermo restando che Lei ha tutto il diritto di avere Sue opinioni…ma la Storia è gia stata troppo ” opinionata ” per esserlo ulteriormente, specie da chi vuole cominciare a cercare e dire la verità . Grazie per la pazienza….
    Pier Giorgio Carretta

  4. Prendo atto delle approfondite precisazioni di cui terrò conto nei miei prossimi interventi.
    Grazie e cordiali saluti.
    G.R.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...